Visita Pastorale
 

carattere piccolo carattere normale carattere grande

Le visite precedenti

Mostra gli altri articoli sulla visita pastorale

pubblicato giovedì 17 gennaio 2013



Le visite pastorali dei vescovi rappresentano uno degli eventi maggiormente significativi dal punto di vista pastorale e anche storico, per gli interessanti documenti prodotti in tali circostanze, poiché permettono anche di confrontare la realtà ecclesiale e sociale in epoche diverse, vista la ciclicità delle visite.

Tra l'inizio del Novecento ed oggi in Diocesi le visite pastorali sono state undici, cioè mediamente una ogni dieci anni.

La prima del Novecento fu iniziata da un vescovo, Sigismondo Brandolini-Rota, e poi completata dal suo successore, monsignor Andrea Caron.

Il vescovo Beccegato compì tre volte la visita pastorale: la prima dal 1920 al 1923; la seconda dal 1926 al 1929; la terza ebbe inizio nel 1931, con larghi intervalli, completata dal vescovo ausiliare monsignor Costantino Stella.

Il vescovo Giuseppe Zaffonato, a Vittorio Veneto dal 1945 al 1956, compì la visita per due volte: la prima tra il 1946 ed il 1949, la seconda tra il 1952 e il 1955. Zaffonato ne iniziò anche una terza, che però interessò poche parrocchie e venne definita la "visitina".

Monsignor Albino Luciani, vescovo di Vittorio Veneto dal 1958 al 1969, fece anch'egli due visite pastorali: una dal 1959 al 1963, l'altra dal 1964 al 1969.

Il vescovo Antonio Cunial, alla guida di Vittorio Veneto nel periodo 1970-1982, compì la visita pastorale nell'arco di nove anni, dal 1972 al 1981.

Il vescovo Eugenio Ravignani, giunto a Vittorio nel 1983, fece una visita pastorale dal 1987 al 1990, strutturata a livello foraniale.

Il vescovo Alfredo Magarotto, a Vittorio Veneto dal 1997 al 2004, effettuò la visita pastorale alle parrocchie dal settembre 1998 al febbraio 2002.




(da L'Azione, n. 2 del 13/1/2013)






 
 
Diocesi di Vittorio Veneto © 2006-2019 - revisione: 15/01/2013info sui cookie  -  contattateci