Notizie
 

carattere piccolo carattere normale carattere grande

Tutte le notizie della Diocesi



28/05/2020S. Messa nel trigesimo di mons. Ravignani

Domenica 7 giugno alle 16.00 in cattedrale a Vittorio Veneto sarà celebrata una S. Messa in suffragio del vescovo Eugenio Ravignani, nel trigesimo della morte.

Causa le norme anticontagio i posti saranno limitati. Oltre ai sacerdoti (ordinati dal vescovo Eugenio, vicari, canonici...) potranno partecipare altre cento persone (laici e consacrati). È quindi necessario prenotarsi in curia scrivendo all'indirizzo di posta elettronica della segreteria pastorale.


(Categorie: Vescovo, Liturgia)segnalato da L'Azione
27/05/2020Sabato 30 la Veglia di Pentecoste

La Consulta delle Aggregazioni Laicali sta lavorando per preparare la veglia di Pentecoste che sabato 30 maggio alle 20.30 verrà celebrata in Cattedrale a Vittorio Veneto. La conferma è arrivata pochi giorni fa: anche questo appuntamento, infatti, rischiava di essere annullato per l’emergenza sanitaria.

Lo slogan della veglia sarà “Va’, andate, andiamo” per ricordarci come Dio, per mezzo dello Spirito, ci chiama personalmente e ci invia anche collettivamente, con varie modalità, ma con un unico fine: portare l’amore, che il vangelo ci ispira, nei nostri luoghi quotidiani.

L’invito a partecipare è rivolto a tutti i battezzati, componenti o meno di gruppi organizzati (cori, gruppi di preparazione alla cresima, gruppi di preghiera...). 

È richiesto a chi intende partecipare alla veglia, di inviare cenno di partecipazione alla segreteria pastorale oppure al presidente della Consulta delle Aggregazioni Laicali e, quella sera, di presentarsi alla veglia con la mascherina.

Da questo sito diocesano, è possibile scaricare la locandina a media risoluzione, per la diffusione tramite i social, oppure a risoluzione maggiore.

In youtube invece si possono imparare o ripassare i canti della celebrazione:


(Categorie: Ass.Laicali, Spiritualità, Liturgia, Vescovo)segnalato da Servizio Informatico
21/05/2020Prime nomine del 2020

La Cancelleria vescovile comunica alcune nomine disposte negli ultimi mesi:

  • Don Farel Nance Djembo Batchi, della diocesi di Pointe Noire (Repubblica del Congo), è nominato Vicario parrocchiale delle Parrocchie di Ceggia, di Fossà, di Gainiga e di Grassaga, nell’Unità Pastorale di Ceggia e Difensore del Vincolo a tempo parziale presso il Tribunale Ecclesiastico Regionale Triveneto.
  • Don Emmanuel Kwadwo Boakye, della diocesi di Kumasi (Ghana), è nominato Assistente religioso a servizio dei Migranti Ghanesi. Don Bernard Awuah Afrifa che ha svolto lo stesso incarico dal 2011, è rientrato nella sua diocesi.
  • Il dott. Claudio Penco è nominato Referente Diocesano per la Tutela dei Minori per il quinquennio 2020-2025.
  • Il dott. Alessandro Testa, Direttore-Coordinatore dei Servizi Amministrativi dell’Ente Seminario Vescovile di Vittorio Veneto per il quinquennio 2015-2020, è confermato nell’incarico per il quinquennio 2020-2025. Nel contempo è confermato anche nell’incarico di Direttore Generale dell’Opera Diocesana Assistenza (O.D.A.) di Vittorio Veneto.
  • Don Francesco Salton, Vicario foraneo della Forania di Sacile, Arciprete-Parroco di San Cassiano di Livenza e Parroco di Brugnera, è nominato Amministratore parrocchiale di Francenigo e Moderatore dell’Unità Pastorale “Liventina”. Don Pietro Salvador lascia la cura pastorale della parrocchia di Francenigo assunta nel 2007 e l’incarico di Moderatore dell’Unità Pastorale “Liventina” assunto nel 2013.
  • Don Massimo Bazzichetto, Moderatore dell’Unità Pastorale di Vazzola-San Polo, Arciprete-Parroco di Vazzola e Parroco di Visnà e di Tezze di Piave, è nominato Amministratore parrocchiale di Tempio di Ormelle in seguito alla dipartita di don Corrado Forest, Arciprete-Parroco della medesima parrocchia dal 2004.

(Categorie: Presbiterio, Migrantes)segnalato da Cancelleria Vescovile
14/05/2020Protocollo circa la ripresa delle celebrazioni con il popolo (7 maggio 2020)

A seguito dell’incontro con i Vicari foranei tenutosi questa mattina, è stato distribuito ai presbiteri della Diocesi il testo del Protocollo firmato tra CEI e Governo Italiano il 7 maggio, che andrà in vigore dal 18 maggio.

Senza fare un altro documento, l’Ufficio Liturgico ha chiosato il testo con dei suggerimenti per l’attuazione delle indicazioni contenute nel Protocollo.

In allegato è stato inviato anche un fac-simile del manifesto che dovrà essere esposto alle porte delle chiese come previsto al n. 4.2.

Sono entrambi scaricabili in formato word:


(Categorie: Liturgia, Presbiterio)segnalato da Servizio Informatico
09/05/2020È mancato il vescovo Eugenio Ravignani

Si è spento nella notte del 7 maggio, dopo un lungo periodo di malattia, mons. Eugenio Ravignani, vescovo di Vittorio dal 1983 al 1996.

 

In preghiera per mons. Eugenio Ravignani: il 9 e il 20 maggio due veglie in suffragio, il 21 maggio il funerale. Domenica 10 maggio la diocesi di Vittorio Veneto lo ricorderà nelle celebrazioni eucaristiche.

 

Nella notte tra il 7 e l'8 maggio, il Signore ha chiamato a sé Sua Eccellenza Mons. Eugenio Ravignani, vescovo emerito della Diocesi di Trieste e già nostro vescovo, dopo un periodo di sofferta malattia, affrontata con sereno e fiducioso abbandono alla volontà del Padre celeste.

Il vescovo Eugenio fu un amato e venerato testimone del Signore, sempre circondato dalla stima e dall’affetto di tutti per la sua grande carità, il suo amabile sorriso, la sua pazienza e delicatezza nei rapporti. Per mons. Ravignani si sono ora compiute le parole di san Pietro che avevano guidato il suo episcopato: Donec dies elucescat - "Fino a quando non spunti luminoso il giorno" (2 Pt 1,19). Affidiamo al Signore della vita questo suo servo fedele e assicuriamo alla sua anima benedetta la nostra preghiera di suffragio.
 

Il vescovo Corrado Pizziolo nelle celebrazioni di domenica prossima ricorderà particolarmente il suo venerato predecessore e invita a fare altrettanto in tutte le comunità cristiane della Diocesi.
 

Le esequie di mons. Ravignani si terranno il 21 maggio alle 11 presso la Cattedrale di San Giusto dove seguirà la sepoltura all'interno del sepolcro dei vescovi triestini. Il rito sarà trasmesso da Telequattro e Radio Nuova Trieste e con ogni probabilità (sono in corso verifiche tecniche) anche da Radio Palazzo Carli.
 

Sono inoltre programmate due veglie di preghiera. La prima sabato 9 maggio alle 20 presso la Cattedrale di San Giusto a porte chiuse e senza la partecipazione del popolo trasmessa da Telequattro e Radio Nuova Trieste. La seconda mercoledì 20 maggio alle 20.30 presso la Chiesa di San Vincenzo de’ Paoli, parrocchia di S. E. Mons. Ravignani, trasmessa in streaming.

 

mons. Eugenio Ravignani
mons. Eugenio Ravignani


segnalato da Ufficio Stampa
04/05/2020Apertura al pubblico della Curia vescovile

A seguito delle nuove disposizioni di legge, dal 4 maggio 2020 è possibile accedere agli Uffici della Curia Vescovile di Vittorio Veneto solo per urgenti necessità e solo previo appuntamento telefonico concordato con i singoli Uffici.

Gli eventuali appuntamenti concordati si potranno svolgere ESCLUSIVAMENTE nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì (9.00-12.30).

Per accedere alla Curia Vescovile è necessario essere in possesso di protezioni delle vie respiratorie (mascherine) e previa rilevazione della temperatura corporea mediante termometro a infrarossi (effettuato dal personale della portineria).

Gli Uffici di Curia restano disponibili telefonicamente nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30.


(Categorie: Curia)segnalato da Segreteria Pastorale
27/04/2020Il Festival biblico si fa "extra"

A causa dell’emergenza sanitaria in corso, il Festival biblico, che si doveva svolgere dal 6 al 31 maggio, è stato sospeso in tutte le sedi dove avrebbe dovuto tenersi (compresa anche Vittorio Veneto).

La novità di questi giorni sta nel fatto che è già stata pensata un’edizione diversa (“extra”) del Festival: in un tempo che costringe al distanziamento sociale e impedisce il normale svolgimento delle attività, il Festival biblico ci sarà lo stesso e ha già attivato una serie di iniziative on line che coinvolgeranno amici e ospiti del Festival.

Come sottolinea la direttrice Roberta Rocelli, «l’attività on line non sarà un surrogato del Festival che si sarebbe dovuto svolgere a maggio, perché riteniamo che la dimensione “dal vivo” sia necessaria a un festival. Allo stesso tempo, però, pensiamo sia altrettanto importante mantenere viva la relazione con il pubblico, che, in questo momento forse più che mai, cerca spazi di confronto e di dialogo».

Sul tema di quest’anno – Logos – si sono elaborati dei contenuti “extra” del Festival biblico, declinati in tre differenti format: Scuola del pensare, vale a dire un ciclo di brevi video per riflettere, a partire dalla situazione attuale che stiamo vivendo, sul tema logos (parlare, pensare, agire) e sulla nostra condizione di esseri umani, come creature di Dio e come abitanti della terra; Meditazioni, cioè quattro appuntamenti con altrettante dirette facebook, che riproporranno anche nell’agorà virtuale uno dei format più amati dal pubblico; Parole della Bibbia, cioè un ciclo di podcast audio a più voci in cui, a ogni puntata, un ospite racconterà la “sua” parola della Bibbia, un vocabolario condiviso e in divenire per riscoprire il senso e il valore di alcuni dei termini più importanti dei Testi Sacri.

I contenuti extra sono in parte già fruibili attraverso i canali social e il sito del Festival biblico, altri lo saranno a breve.

Silvia Boscariol

 

[P.S. Nei mercoledì di maggio, alle 18.30, si sono aggiunti anche i quattro appuntamenti del Salotto San Paolo, accomunati dal titolo “Nulla sarà più come prima”]


(Categorie: Cultura, Bibbia, Media, Ass.Laicali)segnalato da L'Azione
24/04/2020Rosario curato dalla comunità del Seminario per maggio 2020

La comunità del seminario è felice di presentare anche quest’anno il sussidio per la preghiera del Rosario nel mese di maggio. Pregare con Maria ci aiuta a comprendere gli atteggiamenti del figlio Gesù e a chiedere di assomigliargli, facendoci nuovi. Il tempo che stiamo vivendo è segnato in modo indelebile dall’esperienza della crisi pandemica mondiale; nonostante le difficoltà di poterci trovare assieme a pregare, e con la speranza che, quando riceverete in mano questo testo, il momento peggiore sia alle spalle, abbiamo pensato che ora più che mai la preghiera a Maria, nostra madre, può farci fare “casa” e rimanere uniti anche se distanti.

Il fascicolo è in distribuzione allegato al settimanale diocesano L'Azione del 26 aprile, oppure è scaricabile in formato PDF (8,4 MB).

   
(Categorie: Istituzioni, Spiritualità, CDV)segnalato da Servizio Informatico
02/04/2020Rinvio di alcune celebrazioni sacramentali

(dalle Comunicazioni del Vescovo ai presbiteri, successive all’incontro con i vicari del 30 marzo 2020)

 

Con i vescovi della Regione ecclesiastica Triveneta si è convenuto unanimemente sulla necessità di rinviare la celebrazione dei sacramenti della prima Confessione, della prima Comunione e della Cresima prevista in questi mesi primaverili. In un primo momento l’orientamento della CET era stato quello di spostare tutto a dopo Pentecoste. Successivamente, di fronte alla gravità e all’incertezza della situazione, si è deciso di rinviare sine die.

Con i Vicari Foranei si è convenuto di dare l’indicazione che la celebrazione di questi sacramenti avvenga a partire dal mese di settembre.

Le difficoltà che inevitabilmente si creeranno - in particolare per la Cresima - saranno affrontate sia rendendo disponibili, da parte del vescovo e dei delegati, orari e date molteplici sia, in casi di impossibilità, dando ai parroci stessi la facoltà di amministrare la Santa Cresima. Non è escluso, inoltre, dove il parroco lo ritenesse opportuno e il numero lo consentisse, di rinviare all’anno prossimo la celebrazione del sacramento.

 

NB. Fra le celebrazioni sacramentali da rinviare non abbiamo volutamente citato il Battesimo e Matrimonio. Circa questi ultimi, l’orientamento emerso è di fare il possibile perché vengano rinviati a tempi di normalità, senza tuttavia precludere in modo assoluto la possibilità di celebrarli. Fino a che durerà il divieto di assembramento, dovranno però essere celebrati soltanto con gli sposi e i testimoni (il Matrimonio), e solo con i genitori e il padrino o la madrina (il Battesimo), osservando in ogni caso tutte le attenzioni previste.


(Categorie: Liturgia, Catechesi, Famiglia, Sacramenti)segnalato da Segreteria Pastorale
06/03/2020Riprende il tavolo di Dialogo sull'uso dei fitofarmaci in agricoltura

Il “tavolo di dialogo” sull'uso dei fitofarmaci in agricoltura, promosso dall'ufficio di Pastorale sociale della diocesi, lo scorso 3 marzo ha ripreso il suo percorso e si è posto dei nuovi obiettivi. Qui di seguito il comunicato che sintetizza i principali contenuti emersi dalla costruttiva discussione.

 

Si è svolto martedì 3 marzo scorso presso la curia vescovile di Vittorio Veneto un incontro del Tavolo di Dialogo convocato dall’Ufficio per la pastorale sociale della Diocesi di Vittorio Veneto sulle note divergenze e tensioni circa l’impiego dei fitofarmaci in agricoltura.

Tra i soggetti invitati al Tavolo (Consorzi di tutela: Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG, Prosecco DOC, Delle Venezie DOC, Colli di Conegliano DOCG; Associazioni e movimenti ambientalisti: Comitato Marcia Stop Pesticidi, Amica Terra onlus, Colli Puri Collalbrigo Respira, Fare Rete, APS Salute & Ambiente, PAN Italia; Associazioni di categoria della provincia di Treviso: Coldiretti, Confagricoltura, CIA) si sono registrate, come annunciato nei giorni precedenti, diverse assenze tra le associazioni ambientaliste.

Sostanzialmente rappresentati in modo compatto i Consorzi di Tutela e le associazioni di categoria, mentre hanno accolto l’invito da parte degli ambientalisti APS Salute & Ambiente, come pure la dott. Daniela Castiglione, di Fare Rete, presente però a titolo personale dal momento che Fare Rete non è riuscita in tempo congruo a riunirsi e deliberare una posizione unanime. Presenti anche, dalla parte degli organizzatori del Tavolo, don Alessio Magoga, direttore del settimanale diocesano L’Azione, il prof. Giovanni Cargnello e don Andrea Forest, responsabile dell’Ufficio per la pastorale sociale e coordinatore del Tavolo.

L’incontro, protrattosi per oltre due ore, si è caratterizzato per la cordialità dei toni e per la percezione di una positiva collaborazione tra le parti nel cercare soluzioni condivise, pur restando affermate le diversità di prospettiva.

In apertura dell’incontro, don Andrea Forest ha precisato una consapevolezza maturata nell’ascolto delle singole parti svolto nei mesi precedenti: l’occasione del Tavolo può mettere a confronto i diversi interlocutori su alcuni temi; ciò non pregiudica tuttavia che il dialogo possa e debba continuare tra l’Ufficio diocesano per la pastorale sociale e le singole parti su aspetti particolari e complementari. Non è quindi soltanto il Tavolo ufficialmente convocato il luogo del “dialogo”, ma anche la relazione costante con le parti può far maturare percorsi virtuosi in linea con gli obiettivi del Tavolo stesso. “È importante riconoscere questo – ha affermato don Forest – perché talvolta si può avere l’impressione che il Tavolo non raggiunga degli obiettivi concreti, mentre invece è fondamentale per un rilancio del confronto, che può poi proseguire singolarmente con ciascuno e anche con chi al Tavolo decide di non partecipare”.

Il confronto è poi proseguito su due punti all’ordine del giorno:

  • l’adeguamento da parte dei produttori alle richieste emerse nell’incontro precedente (cartellonistica per i trattamenti e i rapporti di buon vicinato; uso di idonei mezzi di difesa, come quelli a recupero per ridurre la deriva; sviluppo di certificazioni e di modelli di produzione che tengano conto della sostenibilità ambientale, sociale ed economica);
  • il confronto sull’ipotesi concretata dalla Diocesi di Vittorio Veneto di costituire un proprio Comitato scientifico ed operativo per portare il dibattito sul piano del confronto tra esperti vari e ricercatori scientifici sul tema dell’agricoltura biologica e di altri modelli di gestione del vigneto e la loro praticabilità, a partire dall’analisi scientifica del territorio e dei singoli siti, per fornire poi pareri qualificati per una prosecuzione del dialogo.

Dal fecondo dibattito, sono sortite alcune consapevolezze che determinano fatiche e criticità:

  • il problema della deriva, che già è trattato con tecniche contenitive, potrebbe essere oggetto della valutazione del Comitato scientifico, anche in riferimento alla normativa regionale del Veneto del 30 luglio 2019;
  • un problema di comunicazione nel merito: all’interno del dibattito sull’agricoltura biologica e su altri modelli di gestione del vigneto si parlano linguaggi diversi, al punto da non avere una univocità scientifica (perché non univoco è il metodo e il background di riferimento) sulla lettura dei dati e la loro interpretazione;
  • un problema di comunicazione con l’opinione pubblica, che non conosce davvero gli sforzi compiuti dai produttori negli ultimi decenni, grazie al progresso tecnologico, anche per recepire le istanze dei cittadini circa la tutela della salute e del territorio, impiegando mezzi e prodotti più idonei, nonché attivando sistemi di certificazione e prassi effettive orientate alla sostenibilità.

Da queste premesse, il coordinamento del Tavolo ha rilevato l’opportunità dell’avvio del proprio Comitato scientifico, paritetico, costituito da ricercatori scientifici nominati in ugual numero (due o tre, da stabilire) da parte dei produttori e da parte dei movimenti ambientalisti che presenziano al Tavolo di Dialogo. Su questo punto, inizialmente, sono state sollevate delle criticità da parte dei presenti, successivamente superate ma solo nell’essenziale, anche a causa del protrarsi dei tempi dell’incontro.

Nel corso delle prossime settimane ciascuna delle parti presenti al Tavolo sarà chiamata ad esprimersi sulla modalità attuativa di tale Comitato scientifico che dovrebbe, appunto, partire da una lettura dei dati e delle esperienze del territorio e dibattere con metodo scientifico le soluzioni più opportune per un’agricoltura universalmente sostenibile. I risultati di questo confronto saranno poi oggetto di dialogo ad una successiva convocazione del Tavolo di Dialogo, per passare dal dato scientifico alle scelte operative.

Un’ulteriore proposta è stata frutto del confronto: l’organizzazione nei prossimi mesi di un evento socio-culturale per e con i cittadini, i produttori e varie autorità, coordinato dall’Ufficio per la pastorale sociale della diocesi con la collaborazione dei medesimi, per presentare i progressi e le attenzioni che in ambito agronomico si stanno sviluppando per tutelare la salute e l’ambiente, anche nella cosiddetta agricoltura convenzionale; nonché per presentare vantaggi e successi del metodo di coltivazione biologico e di altri metodi certificati.

 

Il testo del comunicato è scaricabile come documento PDF (86KB).


segnalato da Ufficio Stampa
27/01/2020Il diario di don Marco su La Tenda TV

Nasce su La Tenda Tv la nuova rubrica “Il diario di don Marco”. L’emittente vittoriese racconta l’esperienza missionaria in Brasile di don Dal Magro mediante una trasmissione periodica, per far conoscere la realtà della diocesi di Livramento.

Don Marco, arrivato in Brasile il 26 novembre, si appresta a fare il suo ingresso nella parrocchia di Tanhaçu il 9 febbraio. La prima puntata è già sul sito www.latendatv.it ed è stata trasmessa sul canale digitale 112 a Vittorio Veneto.


22/01/20205 giugno 2020: 5ª edizione de La lunga notte delle chiese

Anche quest'anno le nostre parrocchie sono invitate a partecipare alla Lunga notte delle Chiese.

Giunta alla sua quinta edizione, l'appuntamento è per venerdì 5 giugno 2020. quest'anno guidati dal tema "Bellezza".

Informazioni e riferimenti importanti sono ne:


17/01/2020Video de "Per una nuova economia. Proposte e sfide dell'Economia civile"

È a disposizione il video della lectio magistralis del prof. Stefano Zamagni, tenuta presso l'auditorium Toniolo a Conegliano il 14 gennaio scorso, sul tema: "Per una nuova economia. Proposte e sfide dell'Economia civile".

La lezione ha aperto il quarto modulo del Percorso di Formazione all'Impegno Sociale, di area economica.


(Categorie: Sociale, Cultura)segnalato da Pastorale Sociale
22/10/2019Sussidio 2019-20 per coppie e gruppi famiglia

Anche quest’anno l’ufficio diocesano della pastorale familiare ha pensato ad un breve percorso per le coppie di sposi e i gruppi famiglia, per riscoprire e ravvivare la bellezza della scelta di sposi in Cristo.

Cinque schede che speriamo possano aiutare a maturare la consapevolezza di che cosa significhi vivere e attualizzare la propria relazione d’amore nella Grazia, che il Sacramento del matrimonio ci dona.

  1. Il carisma che è la coppia
  2. In famiglia si vive la complementarietà
  3. In famiglia si vive la corresponsabilità
  4. In famiglia si vive la compresenza
  5. In famiglia si vive la condivisione

Assieme ad un’introduzione, sono scaricabili in un unico file zip (1,6MB).


(Categorie: Famiglia)segnalato da Ufficio Famiglia
10/10/2019Percorsi per operatori liturgico-musicali e ministri della Comunione

La sezione Musica sacra e l'Ufficio Liturgico continuano, anche per l’anno pastorale 2019-20, ad offrire iniziative finalizzate alla formazione di coloro che si impegnano, attraverso un servizio, ad arricchire i momenti celebrativi delle nostre parrocchie –in modo particolare l’Eucaristia domenicale– e favorire, in questo modo, una maggiore consapevolezza e partecipazione in tutti coloro che vi partecipano.

I dettagli sono nei depliant scaricabili in PDF:


(Categorie: Musica sacra, Liturgia, Presbiterio)segnalato da Segreteria Pastorale
13/09/2019Aggiornamento sul "tavolo di dialogo" sull'uso dei pesticidi in agricoltura

Giovedì 12 settembre alle ore 18.00 presso la Casa Toniolo di Conegliano si è riunito per la seconda volta (dopo la prima del 6 giugno scorso) il Tavolo di Dialogo indetto dall’Ufficio per la pastorale sociale della Diocesi di Vittorio Veneto per affrontare il tema dell’uso dei pesticidi in agricoltura (e in particolare nella viticoltura) con le conseguenti tensioni sortite in questi decenni tra viticoltori e parte della cittadinanza.

Il testo del comunicato è scaricabile come documento PDF (115KB).


segnalato da Ufficio Stampa
04/09/2019Itinerari vocazionali dei Cresimandi 2019-20

Siamo ormai pronti a raccogliere le adesioni al percorso vocazionale dei cresimandi per l’anno 2019-2020.

Ricordo sempre che la pastorale giovanile e il Centro diocesano Vocazioni si impegnano in questo servizio perché la Chiesa italiana ritiene che il sacramento della Confermazione sia una tappa particolarmente adatta, nel cammino di Iniziazione cristiana dei ragazzi, “a far prendere coscienza della chiamata a un servizio nella Chiesa. Particolare cura sarà posta dunque nell’accompagnare i cresimandi e i cresimati, perché la cresima e il post-cresima siano un vero e proprio itinerario di fede vocazionale”[1].

Sempre i vescovi della CEI nel 1999[2] ci ricordano “come la catechesi di preparazione al sacramento della Confermazione è ovunque attenta a far riconoscere i doni dello Spirito e le diverse chiamate che a essi si collegano”. Non è male e non è troppo presto, dunque, dare ai ragazzi un momento di preghiera e di riflessione sul tema della Vocazione, così strettamente legato all’opera dello Spirito Santo nella loro vita, e al tema così affascinante della gioia, della felicità quella vera. Vocazione, per i ragazzi che ci sono affidati, vuol dire futuro, gioia, scelte di vita, discernimento, accompagnamento.

Per tutti questi motivi anche quest’anno viene data la possibilità ai ragazzi delle vostre comunità di partecipare al percorso cresimandi.

Per iscrivere i ragazzi è necessario utilizzare il foglio di iscrizione. Per ulteriori informazioni chiamate pure don Andrea Dal Cin, per delucidazioni sulle  caratteristiche dell’esperienza; per capire cosa significa la richiesta di disponibilità degli animatori e dei catechisti; per raccogliere suggerimenti e consigli per svolgere al meglio il servizio.

 

A questo proposito vi chiediamo di scegliere, tra le date sotto proposte, il ciclo al quale intendete far partecipare i vostri ragazzi. Una volta scelte le date a voi più congeniali comunicate la vostra adesione il prima possibile solo ed esclusivamente alla mail personale di don Andrea e non alla mail della segreteria pastorale.

Attenzione!

L’iscrizione viene definitivamente registrata e conclusa se viene correttamente compilata la piccola scheda che trovate in allegato o nella busta: compilata anche con l’indicazione del nome dell’animatore e/o del catechista che accompagna i ragazzi e ci aiuterà nei momenti di gruppo.

Naturalmente l’iscrizione al ciclo è possibile fino al raggiungimento del numero massimo di 70 ragazzi in totale, per questioni logistiche e di configurazione della stessa proposta.

 

N.B. Per venire incontro alle spese del Seminario Diocesano che ci ospita questo è il contributo economico richiesto:

- per entrambi gli incontri 5 euro in tutto per ogni ragazzo. La modalità per dare il contributo spetta alla parrocchia e agli accompagnatori. Il contributo non è opzionale. Può essere consegnato al primo o al secondo incontro o in altro momento.

Quindi non aspettate troppo tempo per iscrivervi: il rischio è quello di non poterlo fare perché si sono iscritte già altre parrocchie.

 

Ecco di seguito le date dei cinque percorsi previsti per il prossimo anno pastorale

 

  • I percorso

Sabato 9 novembre
Domenica 15 dicembre

  • II percorso

Sabato 14 dicembre
Domenica 12 gennaio

  • III percorso

Sabato 11 gennaio
Domenica 16 febbraio

  • IV percorso

Sabato 15 febbraio
Domenica 15 marzo

  • V percorso

Sabato 14 marzo
Domenica 19 aprile

  • VI percorso

Sabato 18 aprile
Domenica 17 maggio

 

In attesa di incontrarvi, vi inviamo i nostri più distinti saluti.

don Andrea Dal Cin, per la pastorale giovanile

 e tutti gli altri collaboratori del percorso Cresimandi

 


[1] CEI, Piano Pastorale per le Vocazioni. "Vocazioni nella Chiesa Italiana ", Presentazione, 1985.

[2] Le vocazioni al ministero ordinato e alla vita consacrata nella comunità cristiana (1999)


(Categorie: CDV, Giovani, Catechesi, Presbiterio)segnalato da Centro Diocesano Vocazioni
26/10/2016Libri della Diocesi di Vittorio Veneto disponibili

Sono a disposizione degli interessati dei volumi riguardanti la Diocesi di Vittorio Veneto:

  • “La diocesi di Ceneda - Chiese e uomini dalle origini al 1586”, in 2 volumi, di Giovanni Tomasi
  • “La Beata Giuliana da Collalto”, di Rino Bechevolo - Piero Zaros
  • “Gli organi della diocesi di Vittorio Veneto”, a cura di Sandro Carnelos
  • “San Magno Confessore vescovo di Oderzo”, di Rino Bechevolo - Piero Zaros
  • “San Tiziano vescovo di Oderzo”, di Rino Bechevolo
  • “Memorabili tappe missionarie del Beato Marco d’Aviano”, di Rino Bechevolo
  • “S.E. Sigismondo Brandolini Rota (1823-1909) a 100 anni dalla morte”, a cura di Domenico Dal Mas; saggi di E. Bucciol - G. Maschio - T. Locatelli - C. Falsarella - S. Bevilacqua
  • “San Tiziano Confessore vescovo di Oderzo e patrono della diocesi di Vittorio Veneto”, di Rino Bechevolo - Piero Zaros
  • “Museo diocesano d’arte sacra - Vittorio Veneto”, di Rino Bechevolo
  • “Giovanni Paolo II a Vittorio Veneto nel ricordo di Papa Luciani”, di Nilo Faldon
  • “I Ghirlanduzzi - Raccolta delle opere di una bottega d’intagliatori cenedesi nel seicento”, di Davide Manzato - Roberto Meneghetti
  • “Il castello di San Martino”, di Rino Bechevolo - Piero Zaros

 

I dettagli di ciascun volume sono nella presentazione scaricabile in PDF (950KB).

Per maggiori informazioni e per averne copia rivolgersi all’Ufficio Amministrativo: tel. 0438/948241.


(Categorie: Cultura, Curia, Arte sacra, Musica sacra)segnalato da Ufficio Amministrativo



 
 
Diocesi di Vittorio Veneto © 2006-2020 - revisione: 09/04/2020info sui cookie  -  contattateci